Navigazione
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Tu sei qui: Portale News Archivio News LARGO AI PEDONI IN CITTA', IL MERCATO DELLA TERRA DI BOLOGNA SI GUSTA MEGLIO SENZ'AUTO

LARGO AI PEDONI IN CITTA', IL MERCATO DELLA TERRA DI BOLOGNA SI GUSTA MEGLIO SENZ'AUTO

27/4/2012


 Mercato della terra Bologna 1        Mercato della terra Bologna 2

Pedoni si nasce, sempre più spesso occorre sforzarsi un po' per ridiventarlo. A volte ci sono "buone" occasioni per farlo. 

Il Mercato della terra di Slow Food  è una di queste occasioni, che ora una fetta più larga di città ha fatto propria a Bologna.

Tutta l'area intorno al mercato diventa pedonale almeno per un giorno a settimana. Solo bipedi, al massimo quadrupedi, transiteranno in via Azzo Gardino per nove sabati e 18 lunedì, da fine aprile a metà ottobre prossimo. E così il  mercato stesso potrà allargarsi con i propri gazebo dal  cortile della Cineteca, alla nuova isola pedonale e anche al parco del Cavaticcio.

Dal Mercato della terra era partita la proposta di puntare sulla pedonalità come mezzo più efficace  per godere ancor meglio di questo angolo di Bologna già ad alta socialità e densità culturale, nel raggio di pochi metri si trovano infatti Cineteca, Mambo, Centro Costa, Bolognadanza e appunto il mercato contadino settimanale di Slow Food che sta prendendo sempre più piede. L'idea ha trovato terreno fertile a Palazzo.

<La cinquantina di produttori che a rotazione e in base alla stagione porta i propri prodotti al mercato cominciava a stare stretta nel cortile della Cineteca, dove tra l'altro ora apre anche il bar che dei prodotti del mercato si rifornisce "diSanaPianta" -spiega Giorgio Pirazzoli, direttore del Mercato della terra-. Tutta l'area della Manifattura delle arti ha una evidente vocazione pedonale e insieme alle altre  realtà culturali di questo  luogo, soprattutto all'indomani dell'esperienza dei T-days abbiamo deciso di impegnarci per  offrire ai cittadini l'utilizzo, nel segno della lentezza, di questo tratto di strada che di fatto è già una piazza>.

Le occasioni di  incontro così si moltiplicheranno, lo spazio per accogliere anche altre associazioni con i loro progetti pure. Al Mercato della terra di Bologna, il primo creato da Slow Food in Emilia Romagna,  come già accade ma da adesso ancora di più,  non si farà solo la spesa, si potrà ascoltare musica, danzare, degustare, conoscere  persone e altre facce di una città e della sua campagna che per fortuna non è più così lontana, anzi è solo a due... passi. 

Il Mercato della terra di Bologna si tiene ogni sabato mattina dalle 9 alle 14. Dal 14 maggio al 17 settembre ogni lunedì sera  dalle 17.30 alle 21.30.

(foto@loragio)
Azioni sul documento
Strumenti personali